Terrazzo e sottoscala, tutti i condomini hanno diritto d'accesso
 
Tutti hanno diritto ad accedere al terrazzo condominiale. Infatti, quest’ultimo, come qualsiasi altro locale o spazio comune dove non sussiste una limitazione d’ingresso per motivi di sicurezza, non può essere consentita alcuna restrizione di accesso.
 
Quindi, ogni condomino ha diritto di accesso ai locali e agli spazi ad uso comune, compreso il terrazzo dove vengono istallate le antenne private o comuni e il locale contatori, in base all’articolo 1117 del Codice civile.

A conferma di ciò è arrivata la recente sentenza della Cassazione n. 23300/2017. Gli ermellini intervengono su ricorso di alcuni condomini che erano stati citati in giudizio da un altro proprietario che rivendicava il diritto di accesso al terrazzo condominiale e ad una parte dell’androne dove sono presenti i contatori dell’acqua. I ricorrenti sottolineavano come il presupposto di condominialità di alcuni spazi fosse nei fatti nullo in quanto – per motivi architettonici – alcuni spazi, come il terrazzo – non potevano essere goduti da tutti, ma solo da una parte dell’immobile.

La Cassazione respinge l’analisi dei ricorrenti, in quanto non ritiene fondate le loro tesi in merito al principio di condominialità e alla godibilità degli spazi e dei locali comuni, poiché l’appartamento del condomino è a tutti gli effetti da considerarsi parte integrante dell’edificio. Inoltre, gli stessi ambienti devono sempre essere accessibili da tutti perché, nel caso specifico, ospitano le antenne dei singoli proprietari e i contatori dell’acqua delle singole utenze.
 
Articolo originale: http://www.condofacile.com